Whatsapp, è finita la pacchia: dopo un anno diventa a pagamento

Il pagamento richiesto è a dir poco irrisorio, ma agli utenti non va proprio giù, tanto che lo paragonano al canone rai. Smentendo la sua origine di servizio free per comunicazione istantanea fra smarthpone via internet, il celeberrimo whatsapp dopo un anno di utilizzo diventa a pagamento

La novità riguarda l'ultimo aggiornamento, dove si fa riferimento in maniera specifica alla possibilità di acquistare l'estensione temporale del servizio, mentre il termine "in-app purchase", indica che in un secondo momento si dovrà pagare. Il periodo di tempo in cui si conde il servizio in maniera gratuita, fa parte di una strategia di marketing per assicurarsi la fedeltà dell'utente

La notizia circolava da tempo, ma ora è ufficiale. Sulla pagina di google play è possibile scaricare il servizio per android, pagando 0, 99dollari l'anno (0, 79 euro) dopo 12 mesi di utilizzo, mentre per gli utenti apple il pagamento è richiesto subito e in seguito verrà richesto a sorpresa. Su twitter sono già partire delle campagne per invitare gli utenti a passare ad altre applicazioni come chaton di samsung o la cinese wechat

Lassen Sie Ihren Kommentar

Please enter your comment!
Please enter your name here